Gli Addetti al Primo Soccorso: chi sono, responsabilità, e consigli utili per l’azienda

La normativa prevede l’obbligo per le aziende con almeno un lavoratore subordinato (o ad esso equiparato) di nominare la figura del c.d. “Addetto al primo soccorso”.

Chi sono gli Addetti al Primo soccorso?

Gli Addetti all’Emergenza sono lavoratori che svolgono i seguenti compiti:
a) allertano il sistema di soccorso;
b) coordinano la gestione delle emergenze;

Quanti devono essere in azienda?

La norma non definisce un numero minimo di addetti.

Solitamente, per determinare quanti addetti verranno nominati, è bene prendere in considerazione i seguenti parametri:

  • Grandezza dell’azienda
  • Squadre di lavoro
  • Turni di lavoro
  • Turni di ferie
  • Turni di lavoro in solitaria

In generale, consigliamo un numero non inferiore alle 2 persone.

La differenza tra Primo Soccorso e Pronto Soccorso

Prima di entrare nel dettaglio della normativa è sempre utile ricordare la significativa differenza che esiste tra “Primo Soccorso” e “Pronto Soccorso”.

Mentre quest’ultimo infatti corrisponde all’insieme delle tecniche mediche, chirurgiche e farmaceutiche messe in atto da personale medico qualificato, il primo si può invece definire come «l’insieme degli atti che personale non medico può mettere in atto in attesa dell’arrivo di personale più qualificato».

La distinzione, sottolineata in modo precipuo dal D.Lgs 81/08, è fondamentale quindi sia in termini di formazione degli addetti che delle conseguenti responsabilità derivanti dalla nomina e dall’operato.

La condotta degli addetti al Primo Soccorso infatti non è soggetta a provvedimenti relativi alla responsabilità civile e penale.

Il corso di formazione obbligatorio

Il D.M. 388 del 15/07/2003 definisce gli obblighi in tema di primo soccorso, in particolare norma il contenuto e la durata dei corsi di formazione degli addetti al primo soccorso, in base all’attività svolta dall’azienda.

Le aziende sono così differenziate:

AZIENDE DI GRUPPO A: rientrano in questa fascia le seguenti attività (elenco non esaustivo):

  • Attività di facchinaggio con più di 5 lavoratori;
  • Industrie a rischio d’incidente rilevante;
  • Agricoltura (aziende con più di 5 lavoratori);
  • Attività edili con più di 5 lavoratori;
  • Falegnamerie con più di 5 lavoratori;
  • Attività mineraria con più di 5 lavoratori;

AZIENDE DI GRUPPO B: unità produttive con tre o più lavoratori che non rientrano nel gruppo A;

AZIENDE DI GRUPPO C: unità produttive con meno di tre lavoratori che non rientrano nel gruppo A.

Come nominare gli Addetti al Primo Soccorso?

La nomina dell’Addetto al primo soccorso dovrà essere corredata da una lettera d’incarico firmata dal datore di lavoro.

È imprescindibile ricordare che il datore di lavoro potrà nominare solo gli Addetti che abbiano partecipato ad un corso di formazione e addestramento della durata di 16 ore per le attività del Gruppo A o 12 ore per le attività del Gruppo B e C.

E dopo la nomina?

Dopo la nomina gli addetti dovranno partecipare a dei corsi di aggiornamento triennali, dalla durata di 6 ore per le attività del Gruppo A, e 4 ore per le attività del Gruppo B e C.

Conclusioni

Sul mercato esiste un’offerta davvero ampia di corsi di formazione per il primo soccorso. Molte aziende decidono di risparmiare acquistando per i propri dipendenti alcuni corsi online.

Il nostro consiglio è quello di acquistare un corso in aula, per permettere ai propri dipendenti di apprendere dal vivo le tecniche di primo soccorso.

Si tende sempre a pensare che non servirà mai fare una manovra di primo soccorso, quando le statistiche ci dicono che purtroppo sono ancora alti gli episodi di incidenti sul lavoro.

Pertanto come si dice in questi casi, la prudenza non è mai troppa.

Per avere maggiori informazioni sui nostri servizi, invia una mail a [email protected].

Condividi l'articolo